BitLet, client torrent online per l’utente occasionale

Matteo

BitLet, abbreviazione di Applet BitTorrent, è un programma che consente l'utilizzo del protocollo di condivisione dei file (BitTorrent) all'interno di qualsiasi browser Java-enabled, senza la necessità di un programma esterno.

Il numero di client BitTorrent, software indispensabili per accedere alla rete torrent e effettuare il download/upload verso i nodi ad essa collegati, è vasto. Abbiamo l’imbarazzo della scelta ma dobbiamo installarli sul nostro PC. Esistono soluzioni pratiche online, in grado di farci dimenticare il normale processo di installazione/configurazione ? La risposta è SI. BitLet, abbreviazione di Applet BitTorrent, è un programma che consente l’utilizzo del protocollo di condivisione dei file (BitTorrent) all’interno di qualsiasi browser Java-enabled, senza la necessità di un programma esterno.

E’ un servizio che rende BitTorrent accessibile all’utente occasionale e a chiunque non può (o non è in grado) installare un client BitTorrent regolare come uTorrent o Azures . Non è necessaria alcuna configurazione per utilizzare il servizio, l’unico requisito è accertarci di disporre di Java Runtime Environment, ambiente di esecuzione di programmi applicativi Java, sviluppato da Sun Microsystems (clicca per il download).


Il servizio, semplicissimo da utilizzare, chiede al primo avvio l’esecuzione dell’applicazione Java. Noi, utenti Windows, visualizziamo sicuramente un altro messaggio che è quello di Windows Firewall. Premiamo il pulsante OK dopodiché siamo pronti a gettarci nell’azione.

Uso

Colleghiamoci come al solito ad un motore di ricerca torrent come IsoHunt, BtJunkie e effettuiamo una ricerca dedicata. Copiamo il link del file torrent (oppure scarichiamo il file torrent) che ci interessa, incolliamolo all’interno del box in home page di BitLet e premiamo il pulsante Download torrent. BtJunkie apre un popup chiedendoci dove vogliamo salvare il file. Scegliamo una cartella del nostro disco fisso e premiamo il pulsante Salva. Il download ha inizio immediatamente e non dobbiamo far altro che attendere, evitando di chiudere la finestra attiva fino al completamento del download.

Non è necessaria alcuna configurazione  con BitLet e, cosa più importante, supporta il ripristino dei download. Avete chiuso il PC e volete riprendere il download dove è stato interrotto ? Collegatevi nuovamente a bitlet.org, caricate il file .torrent e selezionate la stessa cartella utilizzata in precedenza. BitLet riconosce un download a metà e vi consente di riprendere il download dove è stato interrotto. In ogni caso se le impostazioni predefinite non vanno bene e notate un rallentamento della navigazione internet durante il download, andate in Impostazioni dove è possibile modificare la porta in entrata e la velocità massima di upload e download.

Il sito supporta anche lo streaming audio dall’inizio del 2008 e ha lanciato nel 2009 il supporto streaming video ma è una funzione che strizza l’occhio ai produttori di contenuti. Noi, utenti finali, possiamo benissimo fare a meno di questa “chicca”.

Per info: BitLet

I commenti sono chiusi.

Pausa Web News (pausaweb.com)